Istruzioni per laseratura

Segui le istruzioni e scarica il template per disegnare il tuo progetto

La macchina lavora leggendo i file di disegno vettoriale, in base al layer in cui si trova il disegno verrà eseguita una diversa lavorazione: engrave, incisioni, tagli, nell'ordine indicato. I tagli possono essere disposti su più layer associando il nome del layer ad un numero progressivo (es. taglio 1 , taglio 2 , taglio 3)

Il disegno realizzato deve essere espresso in millimetri in scala 1:1, così come è impostato nel file scaricabile.

I layer sono impostati con i colori differenti, in caso di aggiunta di layer, essi vanno nominati come spiegato precedentemente, altrimenti il file non può essere processato.

- Per tagliare bisogna disegnare all'interno del layer TAGLIO (Blu colore indice 5);

- Per incidere bisogna disegnare all'interno del layer INCISIONI (Magenta colore indice 6);

- Per realizzare un engrave di una qualsiasi forma, bisogna utilizzare una polilinea chiusa nel layer ENGRAVE (Celeste colore indice 4);

- Altri tagli devono essere aggiunti su nuovi layer, nominati in modo progressivo con colori differenti (es. TAGLIO 2 colore : verde indice 115)

 

I layer contenenti tagli devono essere nominati progressivamente dal taglio più interno a quello più esterno, ponendo quindi come ultimo taglio il perimetro finale dell'oggetto (vedi esempio).

I testi devono essere esplosi in vettori (con express tool per CAD), la macchina non legge retini e blocchi.

Gli engrave (o scavo) funzionano solo mediante polilinee chiuse o immagini raster, che nel caso di utilizzo di programmi CAD devono essere allegate insieme al file.

Le incisioni sono una procedura simile al taglio, ma il laser non fora da parte a parte il materiale, la potenza quindi varia per ogni materiale ed è consigliabile visionare prima degli esempi.

Limiti: tutti gli elementi del file devono essere inscritti all'interno del perimetro indicato nel layer AREA LAVORO, il perimetro non verrà tagliato e non va assolutamente cancellato, esso è il limite di lavorazione del materiale nella macchina di 895 x 595 mm.

Linee sovrapposte o doppie sono assolutamente da evitare, in quanto il laser inciderà più volte gli stessi vettori rischiando di deformare o bruciare il materiale.

Il file che utilizza la macchina deve essere di formato DXF 2004, che può essere tranquillamente esportato da programmi CAD, DraftSight o Illustrator.

 

 

Nota bene:

Il controllo dei file non viene eseguito automaticamente, la revisione dei singoli file ha un costo aggiuntivo. Ogni file che viene messo in esecuzione in macchina dovrà rispettare i requisiti sopra indicati, il personale non si assume responsabilità riguardanti errori di disegno.

Per ogni dubbio non esitate a contattarci, saremo pronti ad aiutarvi!